La situazione che abbiamo vissuto è caduta in un paradigma diverso, con nuove abitudini da parte del consumatore. Alarcón lo definisce come un cambiamento tangibile nelle abitudini di acquisto:

“ Da un lato, nei negozi fisici in genere c’è un comportamento generalizzato nella grande distribuzione perché le visite sono state ridotte . La frequenza degli acquisti è diminuita, ma ciò è stato accompagnato da un aumento della spesa per atto di acquisto. Con il quale ciò ha significato un cambio di paradigma accompagnato anche da come sono esplose alcune categorie all’interno del cibo”.

Anche così, la realtà è che è servito a fidelizzare i clienti, oltre a convertire il canale online in e-commerce. “Abbiamo visto l’effetto opposto . È aumentato frequentemente e abbiamo aumentato il numero dei compratori, con cui c’è ancora un’altra grande opportunità, questa volta di attirare clienti”.

È in Definitiva Legato All’esperienza Di Vendita

Che è influenzata dalle varie tecnologie che sono state implementate nel business. Secondo Alarcón, ” dobbiamo essere molto attivi quando si tratta di generare molti più contenuti di quelli che stavamo generando e anche di adattare a quali acquisto indirizzi email canali abbiamo accesso , come raggiungere il cliente e persino quali formati”. Ha posto un accento particolare sulla strategia dei contenuti audiovisivi, dove Lidl ha fortemente innovato. Inoltre, per quanto riguarda l’incorporazione di nuove tecnologie. L’azienda è particolarmente orgogliosa dell’applicazione dei vini, grazie al suo livello di innovazione, qualità e notevole varietà.

Email Database

González, Da Parte Sua

Ritiene che Lidl stia vivendo un momento in cui sta rilevando proprio nel consumatore un bisogno di informazioni che va oltre. In generale, stiamo notando in tutta la distribuzione che richiede da noi molte informazioni qualitative su la ricetta del prodotto ”. Spiega. A cui aggiunge il necessario realismo con cui agire nell’attuazione di questo tipo di strategia e nella scelta delle categorie, “ma senza dubbio siamo in un momento in cui queste tecnologie devono aiutarci “.

A questo punto della conversazione, la domanda di t2ó è rivolta ai giocatori. La cui risposta è abbastanza chiara a González. Se proprio dobbiamo identificare qualche concetto che sia sotto il nome di disruption. Dovremo chiedere nuovamente ai rivenditori. La parte delle consegne e tutto ciò che fa parte del food delivery che nasce per fornire un servizio. A tutto ciò che è il canale della ristorazione e che proprio porta con sé una soluzione più che ragionevole”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.